11 settembre 2001

Testo 11 settembre 2001:

Chi sale dice a chi scende le scale

Piano che vi fate del male

La vita è così bella e dura così poco che,

Ero ancora bambino, ho deciso

Da grande spengo il fuoco

 

..scappa, è l’inferno, non c’è niente da fare

Tra la folla che scende c’è qualcuno che sale

 

È il mio lavoro, un mestiere, la mia paga

Faccio il poliziotto contengo bene e male

Il bene che diventa male

Il male che non può che peggiorare

Non faccio lo scrittore, il prete, il politico, il cantante

Non mi faccio amare

Io sono un poliziotto

Mi tocca contenere, non fidarmi

Nè del bene, nè al male

 

L’uomo in piedi, sereno

Tiene nella mano una mano

..lui, il mio amico, non può camminare

Non siamo tutti fatti per scendere e salire le scale

Restiamo qui, è finita, ultima splendida giornata

 

Le finestre in frantumi, pensieri che non si fanno pensare

Bruciare l’11 settembre

Negli occhi il cielo, la città, il mare.

Guarda il video di 11 settembre 2001:

Il video presente รจ visualizzato tramite ricerca di youtube e potrebbe non essere corretto

Ami la musica in Vinile? Trova i dischi in vinile di P.G.R. su ritornoalvinile.com

Chiudi Ad