Dalle prime battute

Testo Dalle prime battute:

Dalle prime battute riconosce il posto

Ridente labbriforme costa

Ilare quando vede scendere

L’umorista turista

Che alle prime bracciate dell’orchestra

Riconosce il posto.

Dai primi segni di vita e alla vista

Dell’insigne pietra mistica,

Ad un attento esame superficiale

Riconosce l’artistica

Località banale.

Tu come scendi dal predellino

T’informi sui movimenti del mattino

L’entrata dell’ossigeno

E il preserale andantino

E su chi mai diriga

Dal braccio abile e il viso impronunciabile

Uscirai all’aperto così come ti trovi

Senza nessun preavviso

Come la faccia di un dado

Che abbia una probabilità sola su sei

Su come sei

O come le altre cinque

Di cui una la più opposta

E quella più nascosta

È quella che tiene i piedi in terra

E sulla quale poggi.

Che tempo fa oggi

Dici guardando attorno sapendo

Che fa un tempo ogni giorno.

Sul predellino sali

Sapendo che durano soltanto i finali

E tutti i posti intanto

Prima dei saluti dici tu

Sono loro i turisti

E per finire non esistono più.

Ti sta partendo la cartolina

Da te si ritaglia il fine rettangolino.

Sfogliate ti salutano

Le tue vedute dissuase

Tornate verso casa

Di contro un limpido smalto così incrinabile.

Guarda il video di Dalle prime battute:

Il video presente รจ visualizzato tramite ricerca di youtube e potrebbe non essere corretto

Ami la musica in Vinile? Trova i dischi in vinile di Lucio Battisti su ritornoalvinile.com

Chiudi Ad