L’Uomo del Lunedì

Testo L’Uomo del Lunedì:

A piedi con Iumbe nella città dei soldi

Ci fissano tutti o noi fissiamo tutti quanti?

Seguo il movimento di una giacca e una camicia

Chi beve un caffè ma intanto succhia la mia vita

 

Chi aveva ballato aveva ballato

Avevo bevuto musica ska

Ho dimenticato tutte le facce

Che hanno ingiallito quella città

Quando sei a letto e sale lo sbocco

Chiudi gli occhi e tienilo lì

Dai qualcosa a chi ti incatena

Dallo all’uomo del lunedì

 

Stazione Velate, Velate palazzetto

Ti eccita più il bancomat o i soldi sotto al letto?

Vi mando i miei baci dall’edicola in stazione

L’ambiente qui è cupo come un acido in pensione

 

Chi aveva potuto aveva spaccato

duemila pezzi buttati là

Molti saluti, qualche domanda

Semplice come musica punk

Quando sei a letto e pensi a quel posto

Dai uno scopo a quello che fai

Tieni un secchio vicino al letto

E dallo all’uomo del lunedì

Guarda il video di L’Uomo del Lunedì:

Il video presente รจ visualizzato tramite ricerca di youtube e potrebbe non essere corretto

Ami la musica in Vinile? Trova i dischi in vinile di Porno Riviste su ritornoalvinile.com

Chiudi Ad