L’elemento umano (acustica)

Testo L’elemento umano (acustica):

Si vince, si perde

Si pestano merde

Che si infilano nelle fessure sotto la suola

Si vive, si muore

Si prova dolore dal quale

Non c’e’ un pensiero

Che ti consola

Si parla coi cani, si stringono mani

Si fa spesso finta di essere qualcosa

Si guarda il tramonto, si arriva in ritardo

Ci piovono addosso macerie di vita esplose

Si fanno dei figli,

Si sognano sogni

Si fanno castelli di sabbia sul bagnasciuga

Si infilano perle di vetro nelle collane e si progetta una fuga

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E ci facciamo del male per abitudine

 

Si cerca di lavoro, si accumula stress,

Che poi esplode in un improvviso cambio di scena

Si cerca qualcosa che faccia spuntare

Due ali di rondine dietro la schiena

Si accusano gli altri, si saltano i pasti

Si scende sotto a portare la spazzatura

Si spianano rughe, si spigano spighe

Si fa i conti con i mille volti della paura

Si nasce in un posto, si prende una barca per arrivare dove poter nascere ancora

Si mettono fiori tra pagine di diario per ricordarci un momento di vita vera

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi – e siamo liberi, e siamo liberi

 

Si fanno dei piani, si stringono mani

Si firmano accordi che prevedono una penale

Si sputa per terra, si perde la guerra

Si pensa che alla fine poi tanto e’ sempre uguale

Si muove la torre, si copre l’alfiere,

Si passa una giornata a difendere cio’ che e’ perso

Si scrive la password, si entra nel network e per un po’ si immagina tutto diverso

Si studia un sistema, si pone un problema

Si cerca di far presto per avere tempo che avanza

Si scopre di avere un immenso potere ma non e’ mai abbastanza

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E siamo liberi sotto alle nuvole

 

Noi siamo l’elemento umano nella macchina

E ci facciamo del male per abitudine, oooh

 

E siamo liberi – e siamo liberi

E siamo liberi – e siamo liberi

Guarda il video di L’elemento umano (acustica):

Il video presente รจ visualizzato tramite ricerca di youtube e potrebbe non essere corretto

Ami la musica in Vinile? Trova i dischi in vinile di Jovanotti - Lorenzo su ritornoalvinile.com

Chiudi Ad